il film Nativity

Qui potete inserire i vostri suggerimenti e proposte

Moderatori: fabiocerr, ciro49, Parmenione

Avatar utente
aniogiuseppe
Presepista Junior
Presepista Junior
Messaggi: 206
Iscritto il: ven lug 21, 2006 1:31 pm
Località: Marconia (MT)
Contatta:

il film Nativity

Messaggioda aniogiuseppe » ven nov 17, 2006 11:22 am

Cari Amici del forum da oggi potete vedere in anteprima alcune immagini del film Nativity girato in Lucania, la mia regione (Matera ecc.), visitando il sito: http://www.thenativitystory.com/
Ciao.

Il nostro angolo pubblicitario:

Messaggio pubblicitario
 

Avatar utente
Amministratore
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1406
Iscritto il: mar apr 18, 2006 11:23 pm
Località: Cassano allo Ionio
Località: Cassano allo Ionio (CS)
Contatta:

Messaggioda Amministratore » ven nov 17, 2006 1:37 pm

bellissimo :)

ippolucio
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 16
Iscritto il: ven giu 15, 2007 12:13 am
Località: Balerna (Canton Ticino)
Contatta:

Re: il film Nativity

Messaggioda ippolucio » ven giu 15, 2007 6:23 pm

Io sono andato al cinema a vederlo. Molto bello, semplice.
Gran belle fotografie, ho comprato il dvd e faccio il fermo immagine per cogliere e osservare meglio la cura degli ambienti.. :wink:
Lucio

moritz
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 941
Iscritto il: lun gen 12, 2009 1:21 am
Località: Bulciago (Lecco)

Messaggioda moritz » mar gen 20, 2009 4:08 pm

ritengo che la ricostruzione degli edifici, soprattutto quelle del villaggio di Nazareth, sia coerente con l'architettura palestinese di duemila anni fa.
oltre a Nativy, anche nel Gesù di Nazareth di Zeffirelli è stata rispettata la morfologia delle abitazioni
posso affermarlo in quanto ho avuto la fortuna di collaborare con lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme in campagne di scavo e restauro in Terra Santa, apprendendo dagli illustri Padri Franceascani (professori ed archeologi di fama internazionale) le nozioni fondamentali inerenti all'archeologia biblica.

moritz
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 941
Iscritto il: lun gen 12, 2009 1:21 am
Località: Bulciago (Lecco)

Messaggioda moritz » mer gen 21, 2009 9:41 am

vediamo di corcoscrivere la zona betlemme, in particolar la zona dove sorge l'attuale basilica della natività

i vangeli canonici parlano uno di grotta (Luca) poi di casa (adosrazione dei Magi), tralasciamo per ora i vangeli apocrifi (... ma ricchissimi di particolari e sempre ispiratori agli artisti di tutti i secoli).

per ora mi soffermo su Luca

ricordiamoci che prima dobbiamo creare il posto della Natività (sempre in primo piano) poi il contorno

la grotta dove è nato Gesù è in realtà un insieme di grotte.


per comodità trascrivo alcuni commenti alle mie slide che uso durante i corsi


La Grotta - mangiatoia

Non trovando posto nel “katalyma”, Maria depose il bambino in una mangiatoia. La parola greca “Katalyma” viene tradotta generalmente con “albergo”. Katalyma significa “luogo dove si staccano le bestie” (dal verbo “katalyein”, sciogliere), o dove si disfano i bagagli prima di prendere alloggio; da qui albergo, ma anche ogni specie di abitazione generalmente temporanea. Infatti Luca usa altrove il verbo “katalyein” nel senso di “prendere alloggio, andare presso un privato” (vedi parabola del Buon Samaritano).

L’Ambiente

2000 anni fa Betlemme era un piccolo centro rurale, che non aveva certamente molti abitanti e dove erano impensabili grandi e lussuosi edifici, ma c’erano solo povere abitazioni, anzi grotte-abitazioni Alcune erano formate da grotte naturali, chiuse sul davanti da un muro di pietre, altre di forma cubica, erano riunite in gruppo, appoggiate strettamente le une alle altre,.
Non esistevano case a due piani in quei luoghi (altrimenti avremmo dovuto lavorare parecchio nella trincea di scavo) ed avevano principalmente una sola apertura ... case a due/tre piani le troviamo a Gerusalemme o nelle città importanti

le porte erano piccole (l'altezza medie delle persone era di 150/155 cm)
e le porte erano larghe e alte solo per accedere.


consiglio di verificare le antiche case sulle coste mediterranee, sono basse, finestre e porte piccole... d'estare trattengono il fresco e d'inverno non disperdono il calore....

il prespio orienatale è più semplice nel manufatto rispetto ad un popolare, ma è molto più difficile nella scenografia e soprattutto nel rispetto dei canoni architettonici.

ce ne sarebbe ancora da dire ...

Avatar utente
fausta
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 403
Iscritto il: mer set 17, 2008 6:57 pm
Località: Carcare
Località: Carcare (SV)

Messaggioda fausta » mer gen 21, 2009 10:37 am

Grazie Moritz, è un argomento affascinante. Attendo altre notizie e magari, se possibile, anche immagini.
Ho ordinato il libro "Vita quotidiana al tempo di Gesù" ma non è ancora arrivato purtroppo. Non so se è un buon testo, tu lo conosci?
Ciao Fausta

moritz
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 941
Iscritto il: lun gen 12, 2009 1:21 am
Località: Bulciago (Lecco)

Messaggioda moritz » mer gen 21, 2009 11:14 am

chi è l'autore e la casa editrice?

Avatar utente
fausta
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 403
Iscritto il: mer set 17, 2008 6:57 pm
Località: Carcare
Località: Carcare (SV)

Messaggioda fausta » mer gen 21, 2009 11:27 am

Hai ragione, scusa
Autore Miriam Feinberg Vamosh - casa editrice Elledici

moritz
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 941
Iscritto il: lun gen 12, 2009 1:21 am
Località: Bulciago (Lecco)

Messaggioda moritz » mer gen 21, 2009 12:05 pm

l'autore lo conosco ha scritto molti libri al riguardo
quelli che ho letto sono validi
segui il link
http://www.amazon.com/s?ie=UTF8&search- ... osh&page=1

Avatar utente
fausta
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 403
Iscritto il: mer set 17, 2008 6:57 pm
Località: Carcare
Località: Carcare (SV)

Messaggioda fausta » mer gen 21, 2009 1:22 pm

Grazie mille Moritz


Torna a “Suggerimenti & Proposte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti