Il presepe con il quilling: caratteristiche e come crearne uno con i bambini

Il presepe con il quilling: caratteristiche e come crearne uno con i bambini

Il Presepe con il Quilling: Cos’è

Il Carnevale è già passato, ma sicuramente tra coriandoli, mascherine, trucchi e chi più ne ha, più ne metta, vi saranno avanzate delle stelle filanti: perché allora non utilizzarle per creare un presepe originale e coinvolgere anche i bambini, oppure i propri studenti, nell’impresa?

Oggi su Presepeforum vi mostreremo una tecnica semplice da realizzare, ma altamente d’effetto e che si può fare sia con i cartoncini acquistati nelle cartolerie, sia con le stelle filanti e con gli avanzi di carta o di stoffa: il quilling.

Questa tecnica, conosciuta anche con il nome di filigrana di carta, risale nientemeno che al Rinascimento: le suore e i monaci francesi e italiani attivi in questo periodo la utilizzavano per decorare le copertine dei libri religiosi e anche per rendere più belli i loro articoli sugli argomenti ecclesiastici.

La particolarità del quilling è che, oltre ad imitare perfettamente le decorazioni che si mettevano intorno alle reliquie dei Santi, era che costava poco e che poteva essere realizzato con qualsiasi tipo di materiale, compreso quello di scarto.

Non deve quindi stupire se questa tecnica, dopo aver conosciuto un altro boom nel diciannovesimo secolo, sia arrivata fino ai giorni nostri e sia ancora molto utilizzata per la creazione di lavoretti di vario genere.

Quilling: come si realizzano le figure?

Per realizzare delle figure con il quilling, per prima cosa si prendono delle strisce di carta colorata oppure metallizzata (la più usata è quella dorata o argentata), poi le si arrotola intorno alla punta di una matita o di una penna, le si modella e, infine, si incolla la loro estremità con la colla vinilica.

Se però siete dei maghi del fai da te e non avete troppi problemi a lavorare sui piccoli dettagli, potete anche arrotolare le strisce di carta con le mani, come facevano le suore e i frati rinascimentali.

Le forme base del quilling comprendono rettangoli, quadrati, cerchi e ovali che possono essere usati per creare quadretti oppure dei graziosi soprammobili per la tavola o, meglio ancora, dei regali low cost per amici e parenti, delle decorazioni da appendere in casa oppure delle figure da incollare sui quaderni.

Ma non è tutto: con il quilling si può creare anche un presepe fai da te che può essere collocato sulla tavola oppure in un angolo della vostra casa, oppure incollato su un foglio di carta da appendere alla parete.

Per quanto riguarda le strisce di carta, oltre che dalle stelle filanti, possono essere ricavate anche dalla carta regalo o dai resti di carta o di stoffa usati per fare altri lavoretti.

Per questo motivo il quilling costituisce anche una tecnica molto valida per riciclare materiali di recupero.

Presepe con il quilling: come crearne uno con i bambini

Occorrente:

  • Tavolozza con le forme geometriche. Se non ne avete una in casa, in alternativa su internet si possono trovare numerosi modelli cartacei per il quilling e che si possono scaricare liberamente.
  • Penna o matita
  • Colla vinilica
  • Strisce di carta, stelle filanti o nastrini di stoffa

Procedimento:

  1. Per cominciare a realizzare il vostro presepe con il quilling, arrotolate delle strisce di carta, delle stelle filanti oppure dei pezzi di stoffi attorno alla punta di una matita o di una penna, poi dopo aver fissato l’estremità con una punta di colla, usate la tavolozza oppure il modello di carta che avete scaricato e stampato per realizzare le varie figure, come ad esempio quella della Sacra Famiglia, quella del bue e dell’asinello e quelle dei pastori.
  2. Se volete creare anche la capanna con la tecnica del quilling, prendete una striscia di cartone (attenzione: non dev’essere troppo spesso, altrimenti non riuscirete a modellarlo o si formeranno delle pieghe molto anti-estetiche) oppure di stoffa marrone o di un cartoncino beige scuro, poi partendo dall’interno e proseguendo verso l’esterno, piegatelo in modo da formare un triangolo. A quel punto fissate il tutto con la colla vinilica.Per renderla maggiormente stabile, potete costruire con la tecnica del quilling una base rettangolare, poi fissare sopra la capanna e le altre figure della Natività, oppure in alternativa (questo se pensate di appendere il vostro presepe) incollate la capanna sopra un cartoncino di colore neutro oppure azzurro scuro se volete fare un’ambientazione con il cielo stellato.
  3. Una volta realizzate la capanna e le figure, a quel punto potete decidere se rifinire il vostro presepe di quilling con altre strisce di carta (ad esempio verdi per fare il prato) o, se avete optato per un presepe in 3D, terminare il tutto con della rafia di colore verde oppure della sabbia se avete scelto di ambientare la vostra Natività in un contesto desertico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Centro preferenze sulla Privacy