Presepe in polistirolo: Come costruirlo

Presepe in polistirolo: Come costruirlo

Come costruire un presepe in polistirolo

Quanti sono tra di noi coloro che possono reputarsi come amanti innati dei presepi?

presepe in polistiroloSi, proprio dei presepi che come ben sappiamo non sono altro che delle rappresentazioni in miniatura che, alla sola vista. riportano alla nostra mente l’idea chiara e vivida della natività del bambino Gesù.

Sappiamo bene che esistono diverse tipologie di presepi, da distinguersi in due categorie: le prime che tendono a rappresentare la sola grotta con dentro i tre personaggi centrali, e le seconde che invece, allargando l’orizzonte, tendono a rappresentare un vero e proprio scenario che comprende tutto un insieme di mini strutture e con esse altri personaggi.

Molti sono i maestri che nel tempo si sono dedicati alla realizzazione di presepi interamente realizzati a mano, forgiandosi così nelle tecniche più disparate, con il solo fine di ottenere delle vere e proprie opere d’arte in miniatura.

Ma, qualora fosse nostro desiderio realizzare un piccolo presepe con le nostre mani ed usando le nostre abilità, sappiamo che in commercio esistono moltissimi materiali che si prestano bene a detta attività e che, grazie a dei semplici consigli e passaggi, ci permetteranno di creare il nostro presepe fai da te.

Tra i tanti, prenderemo in esame in questa sezione, i presepi realizzati in polistirolo.

Il Polistirolo

Materiale molto conosciuto, ed abbastanza facile da ritrovare sul mercato, il polistirolo non è altro che il nome commerciale del polimero termoplastico polistirene, che nello specifico per la costruzione del nostro presepe è la forma di schiuma di polistirene, detto anche polistirolo espanso.

Fatta questa piccola spiegazione in merito al materiale che andremo ad usare, andiamo adesso a vedere come e cosa potremo creare con le nostre mani.

Cosa fondamentale, qualora decidessimo di dilettarci in questa arte, è quella di prestare grande attenzione al materiale scelto al momento dell’acquisto, che dovrà fare coppia fissa con il collante adatto per lo stesso.

Si tratta di una speciale colla liquida che, una volta a contatto con il polistirolo, genera calore e sciogliendosi, fa sì che le superfici con cui viene a contatto possano aderire alla perfezione tra loro.

Una volta sagomati i pannelli a nostro piacere, potremo procedere con la realizzazione del nostro presepe in polistirolo, avvalendoci naturalmente oltre che della colla, anche di altri attrezzi adibiti alla lavorazione del polistirolo come lo scalpello a punta sottile, ma anche un taglierino, della cartavetro, ed ancora tempere e pennelli di varie dimensioni per le rifiniture.

Vediamo adesso in dettaglio la procedura da seguire per realizzare la classica grotta della natività.

Realizzare la grotta in polistirolo

Prendendo i nostri pannelli di polistirolo, sovrapponiamoli uno sull’altro al fine di creare una sorta di roccia formata da delle scalinate, sulle quali andremo a collocare la famosa grotta santa, anch’essa costruita con lo stesso materiale.

Passando poi alla realizzazione delle altre case disposte attorno alla grotta, stiamo molto attenti ad intagliare alla perfezione porte e finestrelle, che andremo poi a rifinire usando lo scalpellino per creare il famoso effetto plastico che sarà certamente di forte impatto visivo.

Dopo aver creato le nostre strutture, passiamo a creare il rivestimento, scegliendo tra diversi materiali a seconda dell’effetto che si vuole ottenere, come la sabbia o il gesso che andranno diluiti con la colla vinavil, che avvalendoci all’uso del pennello potremo passare sulle nostre creazioni.

Una volta effettuato questa operazione dovremo lasciare che il tutto si asciughi per poi proseguire con la colorazione.

Se il presepe che abbiamo progettato è in stile palestinese, allora opteremo per il bianco candido, mentre se è di stile popolare aggiungeremo altri colori come ad esempio il giallo ocra, che si colloca tra i colori più usati per colorare i presepi.

Presepe in polistirolo terminatoUna volta asciutti, potremo procedere con la rifinizione dei particolari più piccoli avvalendoci delle tempere colorate che andranno a donare un tocco impeccabile.

Lasciate il tutto per un paio di giorni a riposo, per far in modo che tutti i pezzi siano adeguatamente asciugati e fissati tra di loro e solo dopo passate a posizionare i vostri personaggi nelle loro location che voi stessi avete realizzato.

Una procedura semplice quindi, quella della realizzazione di un presepe in polistirolo, che richiede solamente una grande dose di attenzione, che ci darà sempre la certezza di ottenere un presepe iper originale e di forte impatto visivo. Consigliamo di leggere anche la risorsa “Come costruire un Presepe“.

Elena V.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *