Sondaggio: Il Presepe che preferite

Qui ci sono i sondaggi e le domande di carattere generale sul mondo del presepe.

Moderatori: fabiocerr, ciro49, Parmenione

Avatar utente
Amministratore
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1405
Iscritto il: mar apr 18, 2006 11:23 pm
Località: Cassano allo Ionio
Località: Cassano allo Ionio (CS)
Contatta:

Sondaggio: Il Presepe che preferite

Messaggioda Amministratore » dom nov 05, 2006 10:28 pm

Quale tipo di presepe preferisci e perchè?

Il nostro angolo pubblicitario:

Messaggio pubblicitario
 

Avatar utente
Sandrone
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 94
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:00 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Sandrone » ven nov 17, 2006 2:07 pm

I presepi sono tutti belli perchè esprimono la gioia di rappresentare la Natività. Fatta questa doverosa premessa, ricordo che quando ero bambino mio padre mi portava ogni Natale a Piazza Navona e compravamo a volte una casetta a volte qualche statuina. I miei primi ricordi del presepe sono legati a questi piccoli oggetti, che lo riproducevano invariabilmente in chiave popolare.
Piccole casette ad imitazione degli antichi borghi o fattorie nostrane, gli stessi costumi dei pastori e dei personaggi che in nulla ricordavano una più realistica rappresentazione palestinese.
Personalmente sono quindi rimasto affezionato a questo schema, che sto tentando ora di riprodurre.
Mi viene da pensare che negli anni settanta, a livello di vendita sulle bancarelle, fosse poco diffuso il presepe orientale, e molto di più quello popolare.
E' solo un mio ricordo inesatto?
Cari saluti a tutti

Avatar utente
marco77
Presepista Junior
Presepista Junior
Messaggi: 109
Iscritto il: dom nov 18, 2007 6:24 pm
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggioda marco77 » ven nov 23, 2007 6:58 pm

Con "solo" 1 anno di ritardo dico la mia, ma d'altronde...mi sono registrato da poco!!!
Concordo anzitutto con Sandrone sul fatto che il presepe sia comunque da apprezzare come segno.
Personalmente mi piace molto il presepe popolare e penso che, anche nel mio caso, ciò sia dovuto al fatto che fin da piccolo è sempre stato quello allestito in casa mia.
Di fatto ogni Natale, quando mi accingo a farlo, mi sembra di tornare un pò bambino.

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » mer nov 28, 2007 12:58 pm

Personalmente preferisco lo stile orientale, anche se fatico molto a trovare informazioni ed immagini a riguardo :cry:
mi è sempre piaciuto cercare di riprodurre la situazione palestinese, magari arida ma non troppo.. il problema è che nella mia zona sembro una pecora nera. Fin da piccolo sono stato cresciuto con PRESEPIO=MUSCHIO ho sempre visto presepi pieni di verde, con carta roccia delle più colorate, con casette con tetti che nemmeno ad Oslo servono a punta in quel modo e con, orrore degli orrori, casette pià piccole dei personaggi stessi.
Da quando ho avuto poteri decisionali nel presepio di casa :) e con l'appoggio morale e soprattutto manuale di mio padre, ho sempre cercato di farlo il più lontano da quello che mi ha sempre fatto drizzare i capelli :)

con l'occasione vorrei fare una domanda: ma secondo voi, si parla di grotta? di stalla? Credo la seconda giusto? ma questa stalla era vicino al paese? Come erano i paesi in quel tempo? Nella realizzazione del presepio la Sacra Famiglia va posta lontano "dal centro abitato"?

ciao
Emanuele

P.S. provo anche a ripetere la domanda nel posto più appropiato, qui non è giusto e rischia anche di non essere letta
---------------------------------------------------------
La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.
Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.
(Arthur Schopenhauer)
---------------------------------------------------------

moritz
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 941
Iscritto il: lun gen 12, 2009 1:21 am
Località: Bulciago (Lecco)

Messaggioda moritz » gio gen 22, 2009 9:49 pm

Ogni popolo ha avuto ed ha un suo particolare modo di costruire il Presepio. Le figure usate hanno caratteristiche somatiche della propria gente, sono vestite con i costumi tipici della propria regione e del proprio tempo o d’un tempo passato ed il plastico s’ispira alle forme geologiche della propria regione.
Così si ha il Presepio napoletano, catalano, provenzale, austriaco, polacco, africano, peruviano ecc.
Forse che Gesù è nato in questi luoghi? Certamente no. E’ evidente; egli è nato a Betlemme, nella regione montagnosa di Giudea, tra gente di caratteristiche, di costumi ed in un ambiente ben definito.
I cristiani, con i loro Presepi locali, lo rappresentano che nasce nello loro terre, tra la loro gente, tra cose ed in tempi assai lontani da quelli storicamente veri.
Tali Presepi non sono un falso offensivo. Tutt’altro! E’ come se i loro costruttori dicessero: “Se Gesù nascesse oggi nella mia terra, come nascerebbe? Oppure: Gesù non è solo Salvatore e Redentore degli ebrei, ma lo è di tutte le genti e di tutti i popoli. Per questo noi costruiamo il Presepio come se nascesse qui in mezzo a noi”.
E’ un pensiero di vastità ecumenica ed è molto bello.
Penso anche che i primi costruttori di Presepi regionali o locali, non hanno pensato, né inteso manifestare simili concetti, ma solo costruirono così i loro Presepi, perché non conoscevano l’ambiente, i costumi ed i luoghi di duemila anni fa della Palestina.
Solo più tardi, forse pensando di ricostruire l’ambiente palestinese per fare il Presepio orientale e storico, usarono elementi e costumi, quali case con cupola, minareti, donne velate ecc che sono elementi musulmani, tardivi di almeno sei secoli rispetto alla nascita di Gesù, o addirittura elementi medievali.
Sicuramente oggi la costruzione del Presepio orientale con tali anacronismi, sarebbe frutto di una ignoranza imperdonabile, tenendo particolarmente presente gli studi biblici più aggiornati ed i numerosi reperti archeologici di questi ultimi decenni, nonché la relativa facilità di pellegrinaggi e la divulgazione, anche sul piano popolare, della geografia, costumi e storia della Palestina di duemila anni fa.
Quindi il costruttore del Presepio, avvicinandosi al Natale, può liberamente scegliere il modo di costruirselo: o moderno, o popolare o storico-biblico che, secondo il mio parere, è la forma migliore, perché più impegnativa, didattica, storica ed anche più devozionale.
Basti solo sottolineare che un tal Presepio invoglia a rileggere il Vangelo e lo rende maggiormente comprensibile nello stesso tempo.
Anche in questo campo: dalla conoscenza si passa all’amore.





vediamo di corcoscrivere la zona betlemme, in particolar la zona dove sorge l'attuale basilica della natività

i vangeli canonici parlano uno di grotta (Luca) poi di casa (adosrazione dei Magi), tralasciamo per ora i vangeli apocrifi (... ma ricchissimi di particolari e sempre ispiratori agli artisti di tutti i secoli).

per ora mi soffermo su Luca

ricordiamoci che prima dobbiamo creare il posto della Natività (sempre in primo piano) poi il contorno

la grotta dove è nato Gesù è in realtà un insieme di grotte.


per comodità trascrivo alcuni commenti alle mie slide che uso durante i corsi


La Grotta - mangiatoia

Non trovando posto nel “katalyma”, Maria depose il bambino in una mangiatoia. La parola greca “Katalyma” viene tradotta generalmente con “albergo”. Katalyma significa “luogo dove si staccano le bestie” (dal verbo “katalyein”, sciogliere), o dove si disfano i bagagli prima di prendere alloggio; da qui albergo, ma anche ogni specie di abitazione generalmente temporanea. Infatti Luca usa altrove il verbo “katalyein” nel senso di “prendere alloggio, andare presso un privato” (vedi parabola del Buon Samaritano).

L’Ambiente

2000 anni fa Betlemme era un piccolo centro rurale, che non aveva certamente molti abitanti e dove erano impensabili grandi e lussuosi edifici, ma c’erano solo povere abitazioni, anzi grotte-abitazioni Alcune erano formate da grotte naturali, chiuse sul davanti da un muro di pietre, altre di forma cubica, erano riunite in gruppo, appoggiate strettamente le une alle altre,.
Non esistevano case a due piani in quei luoghi (altrimenti avremmo dovuto lavorare parecchio nella trincea di scavo) ed avevano principalmente una sola apertura ... case a due/tre piani le troviamo a Gerusalemme o nelle città importanti

le porte erano piccole (l'altezza medie delle persone era di 150/155 cm)
e le porte erano larghe e alte solo per accedere.


consiglio di verificare le antiche case sulle coste mediterranee, sono basse, finestre e porte piccole... d'estare trattengono il fresco e d'inverno non disperdono il calore....

il prespio orienatale è più semplice nel manufatto rispetto ad un popolare, ma è molto più difficile nella scenografia e soprattutto nel rispetto dei canoni architettonici.

ce ne sarebbe ancora da dire ...

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » ven gen 23, 2009 8:48 am

WOW!!!!!
A questo forum si è aggiunto un vero e proprio studioso del Presepio!!! Complimenti e grazie per le indicazioni, che in parte erano anche le mie sensazioni (es. le porte basse)
A proposito di questo a Natale mio fratello mi ha regalato un bellissimo libro che tratta molto bene anche la storia dei personaggi.. appena posso riporto un po' di notizie a riguardo...

Moritz sei una fucina di idee ed informazioni, riguardo queste sarei felicissimo se aprissi un topic e mano a mano ci dessi informazioni del genere, sono utili ma soprattutto bellissime anche da conoscere. Una curiosità, da dove recuperi queste informazioni? Dai lavori che dicevi fatti insieme ai frati di Betlemme? Sul libro leggevo che tante informazioni sull'ambientazione classica dei presepi sono nate dai Vangeli Apocrifi (soprattutto da due di cui adesos non ricordo il nome) perchè nel Vangelo di Luca non ci sono descrizioni dettagliate...

ciao
Emanuele
---------------------------------------------------------

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.

Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.

(Arthur Schopenhauer)

---------------------------------------------------------

Avatar utente
Luigi QDM
Maestro Presepista
Maestro Presepista
Messaggi: 1375
Iscritto il: mer gen 30, 2008 4:23 pm
Località: TERRACINA
Località: TERRACINA - LT
Contatta:

Messaggioda Luigi QDM » ven gen 23, 2009 3:16 pm

ho bisogno di capire:::
caro Moritz,
molto umilmente voglio capire con il tuo aiuto autorevole alcuni punti del tuo scritto:
piccola premessa, io non ho una conoscenza cosi' ricca e dotta per quanto riguarda la costruzione di un presepe, uso la rete internet, non possiedo neanche un libro ma solo qualche dispensa scaricata dalla rete.
quando scrivi
"Sicuramente oggi la costruzione del Presepio orientale con tali anacronismi, sarebbe frutto di una ignoranza imperdonabile, tenendo particolarmente presente gli studi biblici più aggiornati ed i numerosi reperti archeologici"
e ti riferisci ai minareti e case con cupole..
certo, mi sembra un po' fuori luogo una moschea con minareto in un presepe, personalmente non ne ho mai visti, ma case con cupole si...
mi permetto di segnalarti questo topic
http://www.presepeforum.it/ ... .php?t=551
e la relativa discussione.
ma leggendo il topic
http://www.presepeforum.it/ ... .php?t=770
rimango sorpreso dalle prime due foto....edifici con cupole????
e se ho letto bene sono lavori svolti durante un corso con autorevoli insegnanti....
sempre leggendo in rete..e sempre per capire mi sono divertito a fare un piccolo diorama (?) con questa ambientazione
http://www.presepeforum.it/ ... .php?t=562
adesso , mi sorge un dubbio....chi "sbaglia" , per una ricostruzione il piu' fedele possibile del periodo forse sarebbe valida la ricostruzione che ho fatto ( vedi villaggio) ma devo dire che tutti i presepi orientali che ho visto hanno case con cupole, si tratta quindi di una " svista" che ormai fa parte del modo di fare il presepe orientale?
una "svista" presa anche dai curatori dei vari corsi?
una libera interpretazione del modo di fare un presepe orientale?
molto umilmente voglio capire

:shock:
Ultima modifica di Luigi QDM il lun gen 26, 2009 6:47 pm, modificato 1 volta in totale.

moritz
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 941
Iscritto il: lun gen 12, 2009 1:21 am
Località: Bulciago (Lecco)

Messaggioda moritz » ven gen 23, 2009 3:44 pm

edi1973 ha scritto:WOW!!!!!
A questo forum si è aggiunto un vero e proprio studioso del Presepio!!! Complimenti e grazie per le indicazioni, che in parte erano anche le mie sensazioni (es. le porte basse)
A proposito di questo a Natale mio fratello mi ha regalato un bellissimo libro che tratta molto bene anche la storia dei personaggi.. appena posso riporto un po' di notizie a riguardo...

Moritz sei una fucina di idee ed informazioni, riguardo queste sarei felicissimo se aprissi un topic e mano a mano ci dessi informazioni del genere, sono utili ma soprattutto bellissime anche da conoscere. Una curiosità, da dove recuperi queste informazioni? Dai lavori che dicevi fatti insieme ai frati di Betlemme? Sul libro leggevo che tante informazioni sull'ambientazione classica dei presepi sono nate dai Vangeli Apocrifi (soprattutto da due di cui adesos non ricordo il nome) perchè nel Vangelo di Luca non ci sono descrizioni dettagliate...

ciao
Emanuele



Ciao Emanuele, ti ringrazio per i complimenti, ma la virtù di un presepista è l'umiltà, ... maestro poi !
... sono un appassionato di archeologia biblica, di arte e del Presepio,
cerco di far fruttare i talenti che Qualcuno mi ha dato e guai se non lo facessi!
le informazioni sono frutto di lettura e ricerca di molti testi, oltre alle conoscenze trasmessi dai frati francescani di Terra Santa
Nell'anno giubilare ho anche fatto da guida al pellegrinaggio scolastico
e pertanto prima di quel periodo ho dovuto approfondire maggiormente le mie conoscenze, in quanto presenti anche il rettore e i professori di mia figlia

... riguardo al libro, puoi dirmi l'autore, titolo e casa editrice?
ciao Maurizio

Avatar utente
passero
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 302
Iscritto il: lun nov 06, 2006 9:05 pm
Località: bari
Contatta:

Messaggioda passero » ven gen 23, 2009 4:52 pm

Sandrone ha scritto:I presepi sono tutti belli perchè esprimono la gioia di rappresentare la Natività. Fatta questa doverosa premessa, ricordo che quando ero bambino mio padre mi portava ogni Natale a Piazza Navona e compravamo a volte una casetta a volte qualche statuina. I miei primi ricordi del presepe sono legati a questi piccoli oggetti, che lo riproducevano invariabilmente in chiave popolare.

Cari saluti a tutti

ciao Sandrone
questo tuo scritto mi fa ricordare l'eta dell'infanzia che dall'ora
mio padre mi ha inculcato l'amore e la passione del presepe
io lo aiutavo a costruirlo e gia dall'età di 8 anni l'ho facevo da solo
ai 10 dalla chiesa di S.rocco che appartenevo mi diedero un crocifisso
madreperlato come premio tra i migliori presepi della parrocchia
grazie Sandrone per i bei ricordi che mi sono ritornati in mente.
mio padre ricordo che metteva sempre il pastore Benigno
( il pastore dormiente) con le sue pecorelle, che ormai non lo
mettono più nessuno cercherò di farlo con la cartapesta
scusate del mio scritto ma ho avuto il bisogno di condividerlo con voi

condivido con te Sandrone
(I presepi sono tutti belli perchè esprimono la gioia di rappresentare la Natività)
e non dimenticate che la festa dei bambini che debbono vivere il
Santo Natale in un'atmosfera speciale
Passero


La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.
Albert Einstein

Avatar utente
luigi
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 96
Iscritto il: ven gen 02, 2009 1:44 pm
Località: CREMA

Messaggioda luigi » ven gen 23, 2009 10:47 pm

Ho letto con grande piacere queto post ed è bello vedere come questa discuzione porti a vari parei e ci porti a scprire cose nuove e anche un po di storia che non guasta mai.
Tornando al presepe penso che qulsiasi rappresentazione che ci riporti al momento della nascita, sia in casa, parrocchia, istituti o associazzioni varie, e riuscire a vedere le cose con occhi dei bambini sia veramente una grande gioia.
Il presepe che io preferisco è quello popolare ambientato nei nostri territori, perchè se non erro, (ma se sbaglio correggetemi cosi avro le idee piu chiare) il primo presepe è stato costruito a Greggio da San Francesco di ritorno dalla Palestina, coinvolgendo la gente del posto, quindi ambientato nel posto, proprio per dire che Gesu non era nato solo in Palestina ma nasceva anche li per tutti.

P:S: Devo dire che quando vedo i vostri presepi palestinesi rimango incantato e innizio a sognare.

Ciao Luigi

Avatar utente
andrea1228
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 16
Iscritto il: mar feb 17, 2009 11:21 am
Località: levane Arezzo

Messaggioda andrea1228 » ven mar 27, 2009 4:35 am

Ciao a tutti :D. Solo da poco conosco questo forum e quindi solo ora (scusate il ritardo) mi permetto di inserirmi nella discussione. Secondo me il presepe non è solo arte, ma è fatto di ricordi di sensazioni di stati d'animo. Ogni anno in una statuetta rivedo la mia infanzia, ricordo mio padre che lo costruiva per me. Tornano alla mente il profumo del muschio e del Borotalco che usavamo per imbiancare le montagne. Alcune casette o la capanna mi portano alla mente i miei figli che mi "aiutavano" o il paese della Valgardena devo l'avevamo acquistata. Ed eccoche il fare il presepe acquista un'ulteriore significato. Non importa lo stile non importa se in esso convivono pezzi in legno o in gesso. L'importante sono le sensazioni che riesce ad evocare in ognuno di noi. E se guardandolo ti senti felice e sereno e se anche la tua famiglia lo è con te, allora avrai realizzato un presepe fantastico.
P.S. comunque continuo ad ammirare e rimanere estasiato davanti hai vostri capolavori. Pietà per tutti quelli che come me, per manifesta inferiorità, non potranno esservi d'aiuto.
ciao a tutti Andrea
se puoi sognarlo puoi farlo
Walt Disney

Avatar utente
Parmenione
Vice-Amministratore
Vice-Amministratore
Messaggi: 3547
Iscritto il: sab ago 25, 2007 9:50 pm
Località: Cesano Maderno
Località: Cesano Maderno (MB)

Messaggioda Parmenione » sab mar 28, 2009 11:07 am

Pietà per tutti quelli che come me, per manifesta inferiorità, non potranno esservi d'aiuto.
ciao a tutti Andrea


Andrea che dici?! Manifesta inferiorità? Ognuno ha il suo stile le sue capacità, può essere che qualcuno sia "meno bravo" di altri..ma non per questo si deve sentire "inferiore"..e non è detto che non possa esser d'aiuto. :wink:

Avatar utente
andrea1228
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 16
Iscritto il: mar feb 17, 2009 11:21 am
Località: levane Arezzo

Messaggioda andrea1228 » sab mar 28, 2009 7:12 pm

Grazie Parmenione. Grande come sempre.
Ciao Andrea :wink:
se puoi sognarlo puoi farlo

Walt Disney


Torna a “Sondaggi, Domande e Informazioni Generali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite