Materiali: Il Polistirolo

Discussioni riguardanti attrezzature e materiali da usare per la creazione dei nostri Presepi.

Moderatori: fabiocerr, ciro49, Parmenione

Avatar utente
Amministratore
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1405
Iscritto il: mar apr 18, 2006 11:23 pm
Località: Cassano allo Ionio
Località: Cassano allo Ionio (CS)
Contatta:

Materiali: Il Polistirolo

Messaggioda Amministratore » mer apr 19, 2006 6:03 pm

Il Polistirolo è uno dei materiali meno costosi, si acquista in lastre presso i rivenditori di materiale edile. E' robusto, leggero e facile da levigare con carta abrasiva. Il difetto del Polistirolo è che è facilmente infiammabile, proprio per questo bisogna fare attenzione all'illuminazione del presepe, facendo attenzione a non far riscaldare le superfici.

attrezzatura per lavorare il polistirolo:
*saldatore
*un paio di cutter
*pirografo
*pennarello
*squadretta
*colla vinilica

Disegnate sulla lastra di polistirolo quello che volete creare, procedete poi tagliando con il cutter e modellando con strumenti a caldo (saldatore, pirografo). Per unire i singoli pezzi usiamo la colla vinilica a presa rapida. (non usate collanti a base di solventi sintetici in quanto sciolgono le parti a contatto). Procediamo infine alla colorazione, usando colori ad acqua cone le tempere o gli acrilici, non usate mai colori ad olio per evitare lo scioglimento del materiale a contatto.

Il nostro angolo pubblicitario:

Messaggio pubblicitario
 

Avatar utente
aniogiuseppe
Presepista Junior
Presepista Junior
Messaggi: 206
Iscritto il: ven lug 21, 2006 1:31 pm
Località: Marconia (MT)
Contatta:

polistirolo

Messaggioda aniogiuseppe » mar lug 25, 2006 2:28 pm

Io uso molto il polistirolo, è veramente un materiale molto adattabile alle esigenze di noi presepisti. Con un pò di gesso e tanta fantasia si riesocono a creare delle vere e proprie opere d'arte ed inoltre èmolto economico, basta cercare in qualche negozio di elettrodomestici o mobilifici che ne butano tanto.

Avatar utente
marco77
Presepista Junior
Presepista Junior
Messaggi: 109
Iscritto il: dom nov 18, 2007 6:24 pm
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggioda marco77 » sab dic 01, 2007 1:32 pm

Ciao a tutti,
mi accingo a fare alcuni muri e muretti in polistirolo.
Pensavo di effettuare le incisioni con il pirografo e la colorazione con le tempere.
Vedo qui, e in altre sezioni del forum, che si parla di rivestire il polistirolo con il gesso, mentre io (certamente per inesperienza :oops: ) pensavo di poter utilizzare esclusivamente il primo materiale.

Ecco la domanda: qual è lo scopo di rivestire il polistirolo con il gesso? Se pratico le incisioni sul polistirolo per disegnare mattoni e pietre, il gesso poi non me le copre? Come applicate il gesso sul polistirolo?

Grazie in anticipo per l'aiuto :wink:

Avatar utente
Parmenione
Vice-Amministratore
Vice-Amministratore
Messaggi: 3544
Iscritto il: sab ago 25, 2007 9:50 pm
Località: Seveso
Località: Seveso (MB)

Gesso

Messaggioda Parmenione » dom dic 02, 2007 9:32 pm

Se voi che le tue case sembrino veramente tali...devi usare il gesso.
Prova e poi te ne reanderai conto.
Anche i mattoni incisi diventeranno più belli, a patto di non coprirli totalmente però...

Avatar utente
Sandrone
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 94
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:00 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Sandrone » lun dic 03, 2007 10:11 am

Una parete realizzata in gesso e lavorata col punteruolo è più realistica, ma si possono ottenere ottimi risultati anche col polistirolo. Naturalmente il gesso bisognerà sempre usarlo per stuccare le fenditure e le giunzioni tra i pezzi.
Il polistirolo lo puoi usare come base (è un supporto leggerissimo) e magari usare il gesso come semplice strato di intonaco, magari mischiandolo con polvere di sughero, segatura fine o polvere di tufo per ottenere diverse bruzzolosità della superficie.
Mattoni e pietre o li scolpisci nello strato di gesso col punteruolo (ma in questo caso lo strato deve essere bello spesso altrimenti si sbriciola) oppure li realizzi col pirografo direttamente sul polistirolo, che poi stuccherai con un leggero strato di gesso diluito magari con vinavil e acqua e passato sopra col pennello. Per fare belle incisioni col pirografo dovresti poter regolare la temperatura fino a trovare quela ottimale, mentre col classico pirografo-saldatore da pochi soldi la punta è talmente calda che come tocca il polistirolo questo tende ad aprirsi, squagliarsi e accartocciarsi troppo e le incisioni sono poco realistiche.
La pratica è l'unica vera maestra :D
Ciao

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » lun dic 03, 2007 11:25 am

Mi allaccio al discorso e chiedo. Ho già lavorato con il polistirolo per altre cose (anche per presepi moderni) ma ho sempre utilizzato colori non sfumati. La mia preoccupazione non è ne il plastico ne le colate di gesso ma il dare un colore "naturale". Il tufo ho visto che viene nominato anche in un altro sito, e, diciamo tutti, parlate di colori a tempera. Ora una domanda che non è una domanda forse: per uno che non è un pittore come me, c'è qualche segreto per dare il colore e le sfumature? La polvere di tufo non basta? Oggi provo a mettere mano alla struttura, ma questo del colore è un cruccio che mi assale... anche per la palma di Parmenione :wink:

ciao
Emanuele
---------------------------------------------------------
La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.
Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.
(Arthur Schopenhauer)
---------------------------------------------------------

Avatar utente
Sandrone
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 94
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:00 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Sandrone » lun dic 03, 2007 12:19 pm

edi1973 ha scritto: diciamo tutti, parlate di colori a tempera. Ora una domanda che non è una domanda forse: per uno che non è un pittore come me, c'è qualche segreto per dare il colore e le sfumature? ciao
Emanuele


Io non uso colori a tempera ma colori acrilici. Sopra l'acrilico, una volta asciugato, puoi passare altre mani di colore senza che si sciolga lo strato sottostante, anche se il diluente (acqua) è il medesimo.

Quindi ad esempio su una parete di mattoni incisa darò una mano di colore scuro abbastanza diluito in modo che sia coprente e penetri in tutte le fessure.
Le mani successive le darò con colori più chiari e pennello sempre più secco, in modo che gli strati di colore successivi non coprano completamente quelli sottostanti. In questo modo ottengo buone sfumature con il vantaggio di evidenziare i punti naturalmente illuminati (cioè quelli più sporgenti). L'ultima mano di solito la si dà con toccate molto leggere e veloci con il pennello quasi asciutto e sporco di colore bianco, con l'effetto di dare maggior profondità alla superficie.
Spero di essere stato chiaro.
Ciao :D

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » lun dic 03, 2007 1:28 pm

Tu sei chiaro ma non avendolo mai fatto io stento a capire o meglio, forse voglio sapere troppo e tu mi hai ià risposto. Ti faccio un esempio diretto perchè è quello che mi interessa per adesso:
come parlavamo giorni fa sono estremamente in ritardo e quest'anno mi devo accontentare di fare la stalla solamente e qualche montagna. Per prima cosa parlo di un presepio orientale. Ho pensato ad una grotta dove ricavare una stalla con tronchi di legno e stoffe con massi grandi qua e là e qualche "montagna" o rilievi per meglio dire. La parte polistirolo/gesso quindi è la gran parte del tutto. Non metto in evidenza mattoni ma ho tutta "roccia". Come faccio? Dipingo a più strati come hai spiegato ma per tutta la superificie? O gli strati successivi li passi solo dove dici te? Credo di si... questi punti come li decidi? Mano a mano che l'occhio e la mente te lo dicono, giusto?

ciao
Emanuele
---------------------------------------------------------

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.

Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.

(Arthur Schopenhauer)

---------------------------------------------------------

Avatar utente
Sandrone
Aspirante Presepista
Aspirante Presepista
Messaggi: 94
Iscritto il: mer nov 08, 2006 3:00 pm
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Sandrone » lun dic 03, 2007 3:35 pm

Non ho mai fatto un presepe orientale, però il principio è lo stesso. Crei le rocce con il polistirolo, copri tutto con il gesso in modo che non si vedano le palline. Quando il gesso è secco passi un fondo di vinavil diluito nell'acqua e procedi con la colorazione. Le rocce desertiche in genere sono chiare, quindi puoi passare un fondo di marroncino chiaro (o un terra di siena schiarito con il bianco) in modo più o meno uniforme fino a far sparire tutto il bianco del gesso (colore molto diluito). A quel punto, quando la prima mano è secca, passi alle altre mani, colori sempre più chiari (giallo ocra per esempio) e pennello sempre più secco per non coprire la mano precedente.
Gli strati successivi devi darli dappertutto, una roccia monocromatica non è realistica. Le sfumature si ottiengono solamente passando con pazienza tante mani di colore. Purtroppo non c'è modo di spiegare per iscritto, ma non è difficile, devi soltanto fare un po' di prove.
Guarda per esempio le foto del presepe orientale di Parmenione per capire l'effetto
http://www.presepeforum.it/forum/viewtopic.php?t=304
Ciao

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » lun dic 03, 2007 4:01 pm

Il presepio di Parmenione è quello che mi ha fatto decidere a rimettermi al lavoro dopo tanto tempo :)
Ho capito, passare tutte le mani su tutto il materiale, non riuscivo a spiegarmi questo, pensavo che le mani di altro colore le passassi solo dove andassero le sfumature. Non ho mai usato gli acrilici uno sopra l'altro e non ne conosco al riuscita.
Grazie

ciao
Emanuele
---------------------------------------------------------

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.

Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.

(Arthur Schopenhauer)

---------------------------------------------------------

Avatar utente
marco77
Presepista Junior
Presepista Junior
Messaggi: 109
Iscritto il: dom nov 18, 2007 6:24 pm
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggioda marco77 » mar dic 04, 2007 12:50 pm

Grazie per i chiarimenti sulla tecnica polistirolo + gesso; ho visto anche una spiegazione con foto e ho capito.
Purtroppo quest'anno sono in ritardo e mi sa che utilizzerò solo il polistirolo.....se riuscirò vi posterò le foto a lavoro terminato.

ciao

Avatar utente
Parmenione
Vice-Amministratore
Vice-Amministratore
Messaggi: 3544
Iscritto il: sab ago 25, 2007 9:50 pm
Località: Seveso
Località: Seveso (MB)

Colorazione

Messaggioda Parmenione » mar dic 04, 2007 5:09 pm

Direi che la spiegazione da parte di Sandrone è buone, mi permetto di aggiungere che si utilizza il pennello" secco" perchè il colore rimane nelle setole interne e non su tutto il pennello, di conseguenza si coloreranno solamente le parti in rilievo.

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » lun dic 10, 2007 12:23 pm

Scusate ma sono duro di comprendonio, mi rivolgo sia a Sandrone che a Parmenione:
pennello secco si intende il colore meno diluito e poi ripulito il pennello oppure semplicemente ripulire il pennello con la consistenza del colore sempre uguale? Quando ho lavorato con gli acrilici, però ripeto sempre per colori "solidi", non l'ho mai diluito. Come si lavora?
Riconosco da me che sono un po' tonto e se ritenete di aver già spiegato tutto esaurientemente non me la prendo se non rispondete... grazie comunque per tutti i consigli

ciao
Emanuele
---------------------------------------------------------

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.

Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.

(Arthur Schopenhauer)

---------------------------------------------------------

Avatar utente
Parmenione
Vice-Amministratore
Vice-Amministratore
Messaggi: 3544
Iscritto il: sab ago 25, 2007 9:50 pm
Località: Seveso
Località: Seveso (MB)

Pennello secco

Messaggioda Parmenione » lun dic 10, 2007 6:23 pm

Devi intingere il pennello asciutto nel colore così come è, poi con uno straccio lo pulisci, devi fare in modo che sia quasi asciutto, quando passi sopra un rilievo col pennello perpendicolare il colore dovrebbe rimanere solo sulla sua sommità. E' più facile a farsi che a dirsi...Questa tecnica serve per dare risalto ai rilievi, generalmente con colori più chiari rispetto ai colori di fondo. Spero di averti "schiarito le idee"...Ciao

Avatar utente
edi1973
Presepista Senior
Presepista Senior
Messaggi: 341
Iscritto il: mar nov 27, 2007 12:38 pm
Località: Foligno
Contatta:

Messaggioda edi1973 » lun dic 17, 2007 10:26 am

come ho già scritto qui

http://www.presepeforum.it/ ... .php?t=378

grazie ancora dei consigli e, come dicevi e immaginavo, è più difficile a dirsi che a farsi :-)
colorato tutto grazie ai consigli di Sandrone e Parmenione

ciao
Emanuele
---------------------------------------------------------

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro.

Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.

(Arthur Schopenhauer)

---------------------------------------------------------


Torna a “Attrezzature e Materiali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti